Come posso aiutarvi

LA CHIROPRATICA PER LE DONNE E DURANTE LA GRAVIDANZA
Nelle donne le sublussazioni della colonna vertebrale, soprattutto nella parte bassa della schiena, possono disturbare i nervi che controllano il sistema genitale e riproduttivo.
Anche se la chiropratica non è una cura per il trattamento della sindrome premestruale, dolori mestruali, infertilità, o qualsiasi altra patologia, molte donne con disfunzioni della colonna vertebrale hanno visto una riduzione dei dolori mestruali e un miglioramento della loro capacità riproduttiva durante gli aggiustamenti chiropratici: ripristinando la corretta funzionalità del sistema nervoso, il corpo funziona nel modo in cui dovrebbe.
Inoltre la chiropratica prepara il corpo per essere il più possibile forte, flessibile ed equilibrato per portare avanti la gravidanza.
Avere la colonna e il bacino allineati può ridurre i rischi dì malposizionamento del feto e agevolare il parto, riducendo la presenza di complicanze durante il travaglio e il parto. L’aumento del peso in gravidanza rende inoltre la schiena della donna più vulnerabile e i cambiamenti ormonali (soprattutto l’aumento della rilassina) rendono i legamenti del bacino più “molli”, aumentando il rischio di stiramenti.
Regolari cure chiropratiche durante la gravidanza aiutano le madri a migliorare la salute con un approccio naturale, soprattutto in un periodo in cui l’uso dei farmaci è sconsigliabile.
È molto importante controllare la schiena anche nel periodo successivo al parto proprio perché in questa fase le donne sono sottoposte a continui sforzi a cui non erano abituate, dovuti soprattutto alla posizione assunta durante l’allattamento, al sollevamento del neonato dalla culla e dal passeggino, e alla posizione assunta davanti al fasciatoio durante i numerosi cambi di pannolino.

LA CHIROPRATICA PER I BAMBINI
Spesso non si riconosce la necessità di prendersi cura della colonna vertebrale di neonati e bambini in quanto solitamente il mal di schiena e gli altri disturbi della colonna vengono considerati un problema degli adulti.IMG_7398
Invece diverse sono le cause per cui i bambini possono avere un problema alla colonna vertebrale e quindi al sistema nervoso: un parto traumatico, le prime cadute quando imparano a camminare e… la lista è infinita. Eppure i bambini hanno una tale capacità di adattamento che questi problemi vengono spesso sottovalutati.
Quando la colonna e il bacino della madre sono allineati correttamente il feto cresce comodamente, riesce ad assumere la posizione ottimale per il parto e si riduce la presenza di complicanze durante il travaglio e il parto. Se invece l’allineamento non è corretto, oppure se la madre cade o ha un incidente durante la gravidanza , si viene a creare una costrizione uterina che può alterare il normale posizionamento del feto e quindi rendere necessario l’utilizzo di forcipe, ventosa o optare per un parto cesareo.

In mancanza di un linguaggio per descrivere i danni alla loro colonna vertebrale, molti neonati soffrono di pianti inspiegabili, sonno disturbato, coliche e difficoltà nel girare la testa durante l’allattamento. Un controllo dal chiropratico, poco dopo la nascita, può aiutare a scoprire se c’è stato un trauma che sta causando stress sul sistema nervoso del piccolo. È anche un modo per contribuire ad evitare le sublussazioni più difficili da correggere che spesso vediamo poi in età adulta. Il trattamento chiropratico sui neonati è completamente indolore e talmente delicato che, il più delle volte, se il piccolo dorme non si sveglia e se è sveglio si diverte, perché il trattamento correttivo è fatto in modo gioioso e giocoso. Il trattamento chiropratico risulta quindi utile e risolutivo già da quando il nascituro è malposizionato o grava sul bacino o sulle pelvi della madre, poi quando nasce e durante tutte le fasi della crescita.
La chiropratica per i bambini sta crescendo rapidamente e molti più pediatri ora consigliano di portare il bambino da un chiropratico per problemi come difficoltà nell’attaccarsi al seno, coliche, reflusso, plagiocefalia, otiti, enuresi notturna, ADHD (disturbo di attenzione e iperattività), asma, mal di schiena, mal di testa, scoliosi e cattiva postura.
La Chiropratica è molto importante nei bambini perché il loro sistema nervoso è ancora in via di sviluppo. Quando un chiropratico rimuove le sublussazioni nei bambini, il loro sistema nervoso funziona meglio e questo permette loro di combattere le malattie senza un eccessivo uso di farmaci.

LA CHIROPRATICA PER MAL DI SCHIENA, ERNIA DEL DISCO E SCIATICA
La maggior parte delle persone soffre di mal di schiena ad un certo punto della vita. Quando la colonna funziona correttamente, è in grado di sostenere sforzi senza necessariamente creare danni. Tuttavia, quando la colonna non è ben allineata e i muscoli sono indeboliti, anche semplici movimenti come raccogliere qualcosa da terra, può creare un blocco o quello che comunemente viene definito colpo della strega: chi ne ha sofferto sa bene quanto sia doloroso e come interferisca con qualsiasi attività come lavorare, occuparsi della casa e della famiglia, a volte impedendo persino di vestirsi da soli.
È importante prendere sul serio il mal di schiena, soprattutto se ci sono episodi di dolore che si ripetono nel tempo: quando il mal di schiena non viene trattato, può andare via temporaneamente, ma è molto probabile che ritorni a breve.
Diverse sono le cause del mal di schiena, tra cui: stiramenti di legamenti e muscoli, sublussazioni vertebrali ed ernie del disco, dovuti soprattutto a traumi sportivi, incidenti, posture poco corrette e periodi di stress psicologico.
Le vertebre sono separate da anelli di cartilagine chiamati dischi che hanno la funzione di ammortizzare i colpi e di dare flessibilità alla colonna. La struttura di questi dischi può però modificarsi nel tempo in maniera graduale oppure all’improvviso in seguito a movimenti bruschi come sollevamento di pesi, torsioni del busto e incidenti.
Quando il disco intervertebrale protrude nel canale vertebrale può comprimere i nervi che in quel punto fuoriescono dalla colonna. Si parla di Ernia del Disco quando la parte centrale del disco, chiamato nucleo, fuoriesce, infiammando direttamente il nervo che esce a quel livello.
I sintomi più comuni di un problema al disco sono: dolore che aumenta con piegamenti, starnuti e colpi di tosse, dolore che si irradia ad una o entrambe le gambe con o senza formicolio e/o intorpidimenti, riduzione della mobilità e pendenza del tronco da un lato.
Quando si irrita il nervo sciatico che ha origine nella parte bassa della schiena e arriva fino alla punta dei piedi, si parla di SCIATICA.
Alcune delle cause più comuni di sciatalgia sono:

  • una sublussazione vertebrale, dove una delle vertebre si sposta dalla sua posizione corretta, premendo così sul nervo
  • un’ernia del disco lombare
  • un disturbo degenerativo del disco
  • una stenosi lombare (restringimento del canale spinale)
  • una spondilolistesi (scivolamento di una vertebra sopra l’altra)
  • la sindrome del muscolo piriforme (uno spasmo o ipertono muscolare che comprime il nervo

La chiropratica è in grado di trattare i sintomi della sciatalgia causati da questi problemi della colonna. Tuttavia in rari casi il dolore può essere causato da altri problemi per cui è importante che venga fatta una visita accurata e visionati eventuali esami come radiografie e/o risonanze magnetiche, in modo da determinare chiaramente la causa prima di iniziare qualsiasi trattamento.
Gli studi mostrano che la chiropratica è molto efficace e sicura per alleviare i sintomi della sciatalgia. Il chiropratico è in grado di garantire il corretto movimento e allineamento della colonna vertebrale, rimuovendo così l’irritazione dal nervo sciatico e prevenendo l’incidenza di episodi futuri. In modo particolare, la tecnica Cox-Flexion-Distraction, che viene utilizzata in studio, si è dimostrata particolarmente efficace nel trattamento di questi disturbi.

LA CHIROPRATICA PER DOLORI CERVICALI E COLPO DI FRUSTA
I dolori cervicali possono partire dalla base della testa e arrivare fino alle spalle e possono limitare tutti i movimenti. Se i nervi sono irritati o se un disco tra le vertebre cervicali è protruso, è possibile sentire il dolore che scende giù verso le braccia fino alle punte delle dita. Possono essere presenti anche intorpidimento, formicolio o debolezza al braccio. Se il dolore si cronicizza può interferire con le normali attività quotidiane.
Questi disturbi possono esser causati da traumi ( come una caduta o un colpo di frusta in seguito ad un incidente stradale) oppure da posture e abitudini scorrette che creano tensioni al collo (come dormire a pancia in giù con la testa girata da un lato, stare tante ore seduti in divano o davanti al computer e mandare sms con il cellulare).IMG_7375
In seguito a questi traumi e posture scorrette, la normale curva del collo a forma di banana viene persa o addirittura invertita, creando un aumento di pressione a livello del tronco cerebrale. La perdita della normale curva del collo aumenta il peso della testa sul collo, quindi se una testa normalmente pesa 5 kg, il peso che viene sentito è di 20 kg.
Tutto questo può creare delle sublussazioni vertebrali che se non vengono corrette possono creare problemi come artrosi e degenerazione dei dischi intervertebrali.
Inoltre la perdita della curva cervicale, aumentando la pressione su collo, spalle e tronco cerebrale, può essere collegata anche ad una serie di disturbi come mal di testa, vertigini, ipertensione arteriosa e allergie.

LA CHIROPRATICA PER IL MAL DI TESTA

La cefalea lifetime (cioè quanti riportano di aver sofferto di mal di testa nell’arco della propria vita) riguarda il 76% delle donne ed il 61% degli uomini e può presentarsi in svariati modi. Alcuni avvertono dolore solo in una parte della testa o dietro agli occhi, altri invece all’interno della testa; altri ancora soffrono anche di nausea e/o vomito. Il dolore può essere pulsante oppure costrittivo e può durare anche per più giorni.
Numerosi fattori possono scatenare e favorire il mal di testa:

  • lo stress e altri stati emozionali come depressione, ansia e frustrazione
  • alcuni alimenti come cibi preparati con glutammato, l’ingestione ripetuta di alcune sostanze, come ad esempio i nitriti che vengono utilizzati nella conservazione di affettati, cibi che contengono la tiramina come certi formaggi, la cioccolata, cibi fermentati, l’alcol. Anche l’esposizione a certi detergenti che vengono usati nella pulizia di casa possono scatenare una crisi
  • alcuni odori
  • i cambiamenti metereologici
  • il ciclo mestruale
  • la mancanza di sonno

Un aspetto molto rilevante è che il mal di testa può cronicizzarsi ed essere presente durante tutta la giornata, diventando altamente invalidante e causando grave disabilità.
La maggior parte dei mal di testa ricorrenti è di due tipi: cefalea tensiva ed emicrania.
La cefalea tensiva è il mal di testa più comune. Il dolore viene descritto come una morsa che stringe la fronte oppure interessa tutta la testa (dolore a “casco”); inizia comunemente verso la metà o la fine della giornata e può durare da alcuni minuti ad alcuni giorni.
Questo tipo di cefalea, spesso determinato da sublussazione delle vertebre cervicali e da contrazioni muscolari, risponde molto bene al trattamento chiropratico.
L’emicrania ha invece un’origine vascolare; il dolore viene descritto come pulsante e di forte intensità. Le persone che soffrono di emicrania presentano fastidio alla luce (fotofobia), ai suoni (fonofobia) e non riescono a svolgere le normali attività lavorative. Alcuni avvertono anche disturbi visivi (aura) che anticipano l’attacco doloroso.
Molti sono gli studi che hanno dimostrato l’efficacia dei trattamenti chiropratici per le cefalee. Secondo uno studio del 2001 fatto da ricercatori della Duke University Evidence Based Practice Center in Durham, NC, la manipolazione vertebrale ha dato un veloce sollievo a pazienti con cefalea di origine cervicale, senza gli effetti collaterali dei farmaci che normalmente vengono prescritti per questa forma di dolore. Uno studio controllato, pubblicato su JMPT (Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics), ha dimostrato un significativo miglioramento nella frequenza e intensità dell’emicrania con la manipolazione chiropratica.
Solo effettuando una valutazione accurata e completa è possibile verificare se l’approccio chiropratico può essere di aiuto e portare a risultati efficaci.

LA CHIROPRATICA PER GLI SPORTIVI

Dilettanti e professionisti trovano nella chiropratica un’alleata di prim’ordine nell’ottimizzazione delle prestazioni, oltre che nella prevenzione e nella cura di disturbi collegati alla pratica sportiva.
Oltre alle correzioni generali del sistema neuromuscoloscheletrico volte a mantenere l’omeostasi dell’organismo, i trattamenti chiropratici si adattano alle esigenze specifiche di ogni sport e intervengono conseguentemente sull’organismo degli sportivi.
La chiropratica esercitata in funzione di allenamenti e gare non solo assicura equilibrio, coordinazione, precisione, agilità, resistenza, migliorando le prestazioni atletiche, ma aiuta a prevenire i traumatismi che possono insorgere a causa di predisposizioni fisiche o applicazioni errate o eccessive.
Praticamente in tutti i principali team di professionisti dello sport è ormai presente uno staff chiropratico. Testimonianze di atleti come Jerry Rice, Hall of Fame ricevitore degli NFL, Tiger Woods, il più grande golfista del mondo e Lance Armstrong, ciclista sette volte vincitore del Tour de France, hanno affermato che la chiropratica ha aiutato non solo a recuperare più rapidamente dopo un infortunio ma anche ad evitare e prevenire molti infortuni che sarebbero potuti accadere a causa di prestazioni fisiche incrementate.

LA CHIROPRATICA PER GLI ANZIANI

La chiropratica è particolarmente utile nel ripristinare e conservare la buona salute delle articolazioni, dei muscoli e dei nervi, fondamentale per mantenere in forma le persone anziane, farle sentire bene e renderle funzionali al loro massimo potenziale.
Gli aggiustamenti chiropratici sono raccomandati dall’Agency for Health Care Policy and Research per la cura dei disturbi alla schiena e dall’American Geriatric Society Panel Guidelines per il trattamento del Dolore Cronico negli anziani, affermando che gli interventi non-farmacologici come la chiropratica risultano essere particolarmente appropriati. Varie tecniche chiropratiche più leggere, sicure ed efficaci sono una sana alternativa a farmaci e interventi chirurgici. I pazienti più anziani richiedono una valutazione particolare della loro situazione, un sostegno e un trattamento su misura in base ai loro bisogni e ai loro problemi di salute.
Gli aggiustamenti chiropratici aiutano ad affrontare e a prevenire in modo sicuro ed efficace una vasta gamma di problemi comunemente riscontrati negli anziani, come la sintomatologia dell’artrosi, stenosi lombare, ernia del disco e altri disturbi che incidono sulla qualità di vita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: